Cardiopoetica@cardiopoetica

Trio di scrittori (LT). Premio De André poesia 2015 & Merini-Brunate 2016. W/@radiobullets premio Google giornalismo digitale. Attraversano l'Italia.

http://www.edizioniensemble.it/prodotto/quanto-silenzio-amore-mio-parola-vera/

Il finale non sarà me, il vento fra i capelli e le corde soliste di Joe Perry a far scorrere più liscio l'asfalto, direzione casa. No.
Il finale puzzerà probabilmente di sconfitta, assenza di una qualsiasi morale e qualcosa che mi è sfuggito per sempre: il tuo volto.
Oggi al #buk2018 a #modenabuk. E al #BookPride.


1

Conservami baci poggiati sulla mia bocca di filo spinato.

In preparazione per le nuove date del 2018.


8

Fa' qualcosa che non ti somigli. È così che si comincia a sorprendere il buio e, nel giro di un pomeriggio, potresti trovarti altrove.


7

Dici che il dolore è la mia abitudine, pensi che la ferita sia il lenzuolo dei miei giorni, che io non conosca altri alfabeti diversi da quelli della mia disperazione.
Ma non è così, ci sono grandi praterie di banalità, giorni normali che si susseguono l'uno dopo l'altro, stanze in cui ho stipato tutto il potere che ho rifiutato, che pure più volte mi è stato offerto in dono.
Non c'è nulla di perfetto, di armonico, di preparato.
Quando sarò davvero morto, comincerò a vivere.


2

Non è forse la morte che un esserci poco a poco.


4

Esiste una sola vera preghiera: quella fatta per amore.


2

Si rinasce così:
è quando non si rifiuta il cielo
un fatto improvviso all'aprire delle finestre.
Quello che vorrei sentire da te
è che tutto questo
non sia il mio racconto.


3

Non è solo pensare a te. È il tenere a galla, lasciare dei vuoti tra la perfetta geometria degli scalini: così si scivola, non è solo cadere con un po' di dolore. È trovare la caduta perfetta, quella dove il mio corpo irrequieto trova posa. Lasciarsi annegare dalle correnti, proporre delle forze nuove: non gravità, non lo stelo piegato dal vento, non la cerbottana che pianta pensieri in teste ormai vuote. Parlo di altro: un altro me, un altro te. Non c'è più nessuna parte di noi che muore.


2

La segreta ambizione di un poeta è smetterla con tutta questa poesia.
Prima di portarla a termine, ci vediamo il 30.11 al #Kestè a #Napoli, il 1.12 al #Diaz19 a #Salerno e il 2.12 al #caffeletterario notturno Sud a #Bologna.


2

Quanto silenzio, amore mio, per una parola vera. Il nuovo libro. Verremo porta a porta, solitudine per solitudine, anima per anima.
@edizioni_ensemble


1

Innamorarmi
di te,
fiume dopo fiume,
pioggia dopo pioggia
e a quei poeti
che cercano
parole importanti
lasciare in rimpianto
di non essere
noi.

Non perdete il nuovo libro. Link in bio.


3

Impari il vuoto quando ti sei spinto ai suoi estremi confini, e ti affacci e c'è altro vuoto, e altri confini e solo allora cominci a guardarti dentro e poi intorno.
Quello che sta per arrivare lo capisci da ciò che ti manca: svanisce anche un dio in un abbraccio.

In questi anni abbiamo cumulato esperienze, rubato baci, amato a perdifiato, tracciato cerchi nei bicchieri, sorriso alla rassegnazione.
Se dovessimo guardare indietro sapremmo, con certezza, di aver fatto tutto ciò che era nelle nostre forze.
Ecco: "Quanto silenzio, amore mio, per una parola vera" è il resoconto delle nostre possibilità, perché se la sola idea di poesia dimostra che tutto è possibile, allora perfino morire e scriverci un libro sopra è stata la nostra mimesi di felicità.

ll libro di Cardiopoetica, edito da @edizioni_ensemble , uscirà in tutti i canali il 28 ottobre 2017. Da questo momento sono aperte le prenotazioni per le prime 50 copie fino al 27 ottobre, per ricevere in esclusiva a casa il libro con una cartolina da collezione autografata.
Il libro verrà ufficialmente presentato in anteprima assoluta a Milano il 28 ottobre e a Roma il 29 ottobre con l'inizio del nuovo tour.
Link per la prenotazione nella BIO.
Opera di Giulia Olivieri.


1

The end of the page