Palazzo Pitti

Instagram photos and videos

florence 🎇✨


0

Mainstream


0

Who even cares if it’s pouring down with rain when you get to explore Florence with @labsitters 🎉 It’s always such a pleasure working with Giulia and her team - not to mention these sweet little smiling faces ✨


11

Там всегда протекает река под шестью мостами. Там есть места, где припадал устами тоже к устам и пером к листам. И там рябит от аркад, колоннад, от чугунных пугал; там толпа говорит, осаждая трамвайный угол


2

LA CUCINA GRANDUCALE DI PALAZZO PITTI

Uno dei primi interventi realizzati sotto il governo di Ferdinando l dei Medici - dopo aver definitivamente trasferito la residenza granducale a Palazzo Pitti - fu la costruzione delle nuove cucine, iniziate fin dal 1588, per liberare il cortile monumentale da queste funzioni di servizio. Il nuovo corpo di fabbrica fu realizzato all’esterno della reggia e ad esso collegato da un breve ponte coperto alla quota del primo piano, così come appare nella lunetta che Giusto Utens dipinse allo scadere del ‘500. I lavori furono conclusi nel 1599 nell’imminenza delle nozze di Maria dei Medici – figlia del defunto granduca Francesco I - con il re di Francia Enrico IV; il grande banchetto ebbe luogo a Palazzo Vecchio la sera del 5 ottobre dell'anno successivo, ma i festeggiamenti continuarono nei giorni seguenti anche nella reggia di Pitti.
Oggi di quel nucleo originario sopravvive soltanto l’ambiente definito nei registri della contabilità dei lavori come "cucina comune", luogo deputato alla preparazione del cibo per la corte granducale e gli ospiti del palazzo. Nelle piante disegnate nella seconda metà del Seicento dal guardarobiere di corte, Giacinto Maria Marmi, questo spazio era identificato come “cucina segreta”, nel senso letterale di riservata. Successivamente, in età lorenese, quando furono aggiunti nuovi forni e nuove cappe dipinte del color dell’aria in voga nel periodo, l’ambiente prese il nome di “cucina reale”. #palazzopitti #tour #visiting #art_work #ig_masterpiece #igerart #architecture #kitchen #historicalplaces #history #modernhistory #medici #ig_artgallery #architektur #architects


3

.
Florence street scene (outside Pitti palace)
Gouache, wax crayon, pencil, ink, local fruit sticker (banana) on paper.


3

The construction of this severe and forbidding #building was commissioned in 1458 by the Florentine banker Luca #Pitti (1398-1472), a principal supporter and friend of Cosimo de' #Medici. The early #history of the #PalazzoPitti is a mixture of fact and myth. Pitti is alleged to have instructed that the windows be larger than the entrance of the Palazzo Medici. The 16th-century art historian Giorgio #Vasari proposed that Brunelleschi was the palazzo's architect, and that his pupil Luca #Fancelli was merely his assistant in the task, but today it is Fancelli who is generally credited. Besides obvious differences from the elder #architect's style, Brunelleschi died 12 years before construction of the palazzo began. The #design and fenestration suggest that the unknown #architect was more experienced in utilitarian domestic #architecture than in the humanist rules defined by Alberti in his book De Re Aedificatoria.

Though impressive, the original palazzo would have been no rival to the #Florentine Medici residences in terms of either size or content. Whoever the architect of the Palazzo Pitti was, he was moving against the contemporary flow of fashion. The rusticated stonework gives the palazzo a severe and powerful atmosphere, reinforced by the three-times-repeated series of seven arch-headed apertures, reminiscent of a Roman aqueduct. The #Roman-style architecture appealed to the Florentine love of the new style all'antica. This original design has withstood the test of time: the repetitive formula of the façade was continued during the subsequent additions to the palazzo, and its influence can be seen in numerous 16th-century imitations and 19th-century revivals. Work stopped after Pitti suffered financial losses following the death of Cosimo de' Medici in 1464. Luca Pitti died in 1472 with the building unfinished.

The #building was sold in 1549 by Buonaccorso Pitti, a descendant of Luca Pitti, to Eleonora di Toledo. Raised at the #luxurious #court of Naples, Eleonora was the wife of Cosimo I de' Medici of #Tuscany, later the Grand Duke. #art #visiting #travel


1

Le persone non fanno i viaggi, ma sono i viaggi a fare le persone (J. Strinbeck)
Non c’era miglior frase per annunciarvi che, dopo ore di scrittura, cancellazioni, frasi scritte e riscritte, sul blog trovate il racconto del mio viaggio a Firenze. Forse ad alcuni sembrerà esagerato, ma ho voluto prendermi del tempo per poterlo scrivere cercando di trasmettere, anche solo in parte, quello che questo viaggio mi ha lasciato nel cuore e nella vita.
L’avete letto tante volte, questa città mi ha accompagnata in tanti momenti importanti della mia vita, ed è giunto il momento di farle onore.
Come sempre vi aspetto nel LINK che trovate IN BIO.
#haveaniceday
#firenzenelcuore #viaggiareinitalia #bellafirenze


2

March 28, 2018.


1

Rage, rage against the dying of the light


1

I was so excited to show my husband and friends one of my favorite places in Florence. I would come sketch and take my plein aire painting class in the rose gardens here during my study abroad! #pittipalace #boboligardens 📷: @pariesthenstrikes


1

Indovinate dove ho fatto queste foto


0

In certe donne che non sono né belle né piacevoli quanto altre, c’è un fascino invincibile che attrae gli uomini e stupisce e fa sdegnare le altre donne le quali non possono rendersene conto, perché esso agisce soltanto sugli uomini. La ragione è che una certa donna è più donna di un’altra come tra due bottiglie di vino delle stesse dimensioni una contiene più aroma ed essenza di vino di un’altra, così in una donna c’è molta più femminilità che in un’altra.🎨


0

L'unico "Pitti" che abbia valore 🔶


0

Il cosiddetto Salone dei Forestieri di epoca medicea fu trasformato, su volere del Granduca Pietro Leopoldo, in una sontuosa sala da ballo (ad oggi la più grande dell'intero Palazzo) adorna di stucchi ad alto rilievo realizzati tra il 1774 e il 1776 dai fratelli luganesi Grato e Giocondo Albertolli, cui il Granduca affidò anche la decorazione del salone da ballo della Villa del Poggio Imperiale. La ricchezza ornativa degli stucchi, tutta orientata su simboli e stilemi di matrice neoclassica, dona all’ambiente un carattere di raffinata eleganza accentuata dalla luminosità dei bianchi, che risalta sugli sfondi tinteggiati in colori pastello – rosa, verde, ocra – tornati alla luce, dopo gli ultimo restauri, nelle loro delicate cromie. Le pareti laterali sono scandite in intervalli architettonici da lesene corinzie e da grandi portali, questi ultimi riccamente decorati da cornici culminanti nei sovrapporta (timpani a sesto ribassato) che immettono negli ambienti adiacenti la sala.

In questo contesto decorativo, di estrema modernità e di rigore geometrico, furono inserite le undici lumiere acquistate nel 1785 presso il negozio-emporio di Giacinto Micali a Livorno (insieme agli specchi, provenienti da Parigi) e posizionate secondo una scansione simmetrica dello spazio e della luce: una più ampia al centro e 10 sui lati (4 sui lati lunghi e 2 su quelli corti). Questa splendida sala da ballo nell’immediato dopoguerra diventò importante scenario della moda internazionale: dalla prima sfilata organizzata nel 1951 da Giovanni Battista Giorgini, e per i successivi trent’anni, le passerelle della Sala Bianca hanno contribuito a diffondere l’internazionalità della moda, portando il nome ‘Pitti’ in tutto il mondo.

#architettura #neoclassicismo #settecento #saladeglistucchi #palazzopitti #palace #dance #architecture #art #artistic #artplaces #whiteroom #medici #decoration #details #pitti #savoia #asburgo #history #historicalplace #modernhistory


0

Someday you will look back and know exactly why it had to happen...
.
#life #live #lifofadventure #vivirlavida #vivirviajando #soltar #felicità #ragazza #italia #italy #europe #firenze #ph #palazzo


0

The end of the page