#corpusdomini

Instagram photos and videos

#corpusdomini#italia#igersfribourg#picoftheday#igersswiss#shareyourhobbywiththeworld#fetedieu#nikonartists#fêtedieu#corpuschristi#ig_suisseromande#communityfotografiitaliani#fribourgregion#italianiaround#through_the_travel_lens#frhappy#sight_colour#be_one_colours#architettura#architecture#history#italy

Hashtags #corpusdomini for Instagram

Orvieto. Corpus Domini, Corteo Storico

Orvieto
2

Carissimi infioratori, dite la verità, vi siamo mancati vero??? Noi crediamo davvero di sì e crediamo anche che vogliate partecipare in modo sempre più attivo alla realizzazione dei quadri, quindi smettetela di fare i timidi e se volete disegnare questo è il momento di farvi avanti!
Cerchiamo disegnatori per 7 quadri, 6 da realizzare la notte del corpus domini e uno il pomeriggio dell'ottavario,
I quadri saranno grandi 5 metri per 4 (più piccolo quello per l'ottavario),
Uno dei quadri scelti dovrà per forza avere come protagonista un calice,
I disegni consegnati dovranno essere preventivamente colorati (no bianco e nero).
Speriamo di essere stati chiari ma per qualsiasi dubbio non esitate a chiedere!
VINCENZA CASU
ANNARITA CRIELESI
SIMONA ORFEI
PRIMO ROBERTI
#italia #vicovaro #corpusdomini #roma #valledellaniene #lazio #corpusdomini2018 #chiesa #infiorata #regionelazio

Vicovaro, Italy
0

Corpus Domini, corteo storico

Orvieto
4

Una foto della chiesa del Corpus Domini di via Pagano nel 1910.
La chiesa fu voluta sul finire dell'800 dai padri carmelitani, che da secoli erano presenti nella zona del Sempione, prima nella chiesa scomparsa di Sant'Ambrogio ad Nemus e poi nella chiesa di San Carlo Borromeo, pure demolita.
Fu padre Gerardo Beccaro da Gregnardo a ottenere di riutilizzare uno dei padiglioni in legno dell'Esposizioni Riunite del 1894 per costruire una nuova grande chiesa per la zona del Sempione, che viveva uno sviluppo consistente.
Il cardinale Ferrari diede l'autorizzazione e i fondi e il padiglione fu così riadattato a chiesa e ricoperto di calce, per farlo sembrare in muratura.
La nuova chiesa del Corpus Domini di via Pagano misurava 60 metri di lunghezza e fu inaugurata già nel 1895.
Ma padre Beccaro non si accontentò, ovviamente, e diede mandato all'architetto Ippolito Marchetti di progettare una enorme doppia chiesa attorno alla struttura di legno.
Marchetti fece tempo ad abbozzare una grandiosa chiesa di 75 metri di lunghezza, con una navata unica di ben 25 metri di altezza. A 3 metri sotto terra, tramite due scaloni monumentali, si accedeva alla chiesa iemale, tutta volte e colonne.
La chiesa iemale fu completata già nel 1899, mentre la parte superiore, almeno la struttura, fu terminata nel 1910.
Purtroppo non fu mai terminata, lasciando una nuda facciata in mattoni di cotto, totalmente spoglia. I disegni e il modellino lasciano intuire quanto grandiosa sarebbe dovuta essere se terminata.

#viapagano #corpusdomini #parcosempione #milano #history #architecture #archilovers #architettura #italia #italy #cadiciapp #lombardia #milanodavedere #milano🇮🇹 #storia

Milano Pagano
2

Un disegno del secondo progetto della chiesa del Corpus Domini di via Pagano, 1900.
La chiesa fu voluta sul finire dell'800 dai padri carmelitani, che da secoli erano presenti nella zona del Sempione, prima nella chiesa scomparsa di Sant'Ambrogio ad Nemus e poi nella chiesa di San Carlo Borromeo, pure demolita.
Fu padre Gerardo Beccaro da Gregnardo a ottenere di riutilizzare uno dei padiglioni in legno dell'Esposizioni Riunite del 1894 per costruire una nuova grande chiesa per la zona del Sempione, che viveva uno sviluppo consistente.
Il cardinale Ferrari diede l'autorizzazione e i fondi e il padiglione fu così riadattato a chiesa e ricoperto di calce, per farlo sembrare in muratura.
La nuova chiesa del Corpus Domini di via Pagano misurava 60 metri di lunghezza e fu inaugurata già nel 1895.
Ma padre Beccaro non si accontentò, ovviamente, e diede mandato all'architetto Ippolito Marchetti di progettare una enorme doppia chiesa attorno alla struttura di legno.
Marchetti fece tempo ad abbozzare una grandiosa chiesa di 75 metri di lunghezza, con una navata unica di ben 25 metri di altezza. A 3 metri sotto terra, tramite due scaloni monumentali, si accedeva alla chiesa iemale, tutta volte e colonne.
La chiesa iemale fu completata già nel 1899, mentre la parte superiore, almeno la struttura, fu terminata nel 1910.
Purtroppo non fu mai terminata, lasciando una nuda facciata in mattoni di cotto, totalmente spoglia. I disegni e il modellino lasciano intuire quanto grandiosa sarebbe dovuta essere se terminata. #viapagano #corpusdomini #parcosempione #milano #history #architecture #archilovers #architettura #italia #italy #cadiciapp #lombardia #milanodavedere #milano🇮🇹 #storia


1

Una foto del modellino in gesso della chiesa del Corpus Domini di via Pagano.
La chiesa fu voluta sul finire dell'800 dai padri carmelitani, che da secoli erano presenti nella zona del Sempione, prima nella chiesa scomparsa di Sant'Ambrogio ad Nemus e poi nella chiesa di San Carlo Borromeo, pure demolita.
Fu padre Gerardo Beccaro da Gregnardo a ottenere di riutilizzare uno dei padiglioni in legno dell'Esposizioni Riunite del 1894 per costruire una nuova grande chiesa per la zona del Sempione, che viveva uno sviluppo consistente.
Il cardinale Ferrari diede l'autorizzazione e i fondi e il padiglione fu così riadattato a chiesa e ricoperto di calce, per farlo sembrare in muratura.
La nuova chiesa del Corpus Domini di via Pagano misurava 60 metri di lunghezza e fu inaugurata già nel 1895.
Ma padre Beccaro non si accontentò, ovviamente, e diede mandato all'architetto Ippolito Marchetti di progettare una enorme doppia chiesa attorno alla struttura di legno.
Marchetti fece tempo ad abbozzare una grandiosa chiesa di 75 metri di lunghezza, con una navata unica di ben 25 metri di altezza. A 3 metri sotto terra, tramite due scaloni monumentali, si accedeva alla chiesa iemale, tutta volte e colonne.
La chiesa iemale fu completata già nel 1899, mentre la parte superiore, almeno la struttura, fu terminata nel 1910.
Purtroppo non fu mai terminata, lasciando una nuda facciata in mattoni di cotto, totalmente spoglia. I disegni e il modellino lasciano intuire quanto grandiosa sarebbe dovuta essere se terminata.
#viapagano #corpusdomini #parcosempione #milano #history #architecture #archilovers #architettura #italia #italy #cadiciapp #lombardia #milanodavedere #milano🇮🇹 #storia

Milano Pagano
0

- CORPUS DOMINI -


1