#salottodelterrore

Instagram photos and videos

#salottodelterrore#horror#podcast#podcasting#paranormale#paranormal#podcastshow#horroraddict#horrorfanatic#podcaster#podcasters#podcasts#scary#paranormalactivity#podcastlife#creepy#horrorpodcast#ghost#leggende#horrormaniaci#fantasmi#horrorstories#staytuned#video#libri#misteri#paranormalinvestigation#instahorror

Hashtags #salottodelterrore for Instagram

Immaginate una macchina in grado di parlare. Niente di poi così stupefacente, vero? Si, ma immaginatevi la stessa cosa a metà 1800. Volete anche una scenografia? E dove se non a Londra? Per la precisione nel 1846 presso l'Egyptian Hall. Un tale, di nome Joseph Faber aveva infatti inventato una macchina in grado di replicare la voce umana con tanto di lessico (molto limitato). Immaginate anche un'altra cosa: la macchina in questione era dotata persino di un volto femminile capace di simulare il movimento delle labbra. Quindi, ciò che avremmo visto sarebbe stato un volto di donna che sbucava da una specie di soffietto collegato a sua volta all'apparato meccanico vero e proprio. Al segnale, un operatore (solitamente una donna) avrebbe toccato dei tasti e questi, attraverso l'apertura di determinate bocchette, avrebbe liberato il passaggio dell'aria verso un sistema a canne capaci di vibrare e di trasmettere il tutto ad un paio di corde vocali artificiali (o ance) e infine di uscire dalla bocca mobile della maschera posizionata alla fine di questo tortuoso giro. A detta dei testimoni, il suono era impressionante, anche se dal timbro monotono e meccanico. Un'esperienza un po' macabra che i vittoriani erano in grado di regalarsi senza soluzione di continuità tra le migliaia di trovate grottesche che deliziano ancora noi oggi a distanza di oltre un secolo.
C'è da dire che questa non fu la prima invenzione del genere. Altri inventori si cimentarono nell'impresa già nel 1700 con scarsi risultati, e addirittura (udite udite) Roger Bacon nel XIII° secolo.
👉 Seguici nel "Salotto del Terrore" su Spreaker.com o su Youtube. Link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #euphonia #automa #robot #vittoriano #victorianage #oldlondon #horror #creepy #voice #humanvoice #podcast #grottesco #sinistro #halloween #macabro #victorians #assurdo #funny #curiosità #stranezze #invenzioni #meccanica #steampunk #steampunkstyle #inventions #steampunkitalia #scienza #incredibile #awesome


4

Chi ha scritto il codice piú enigmatico del mondo, il manoscritto Voynich? E quando? Ne parlo nell'ultimo podcast di Deep Black, rubrica del Salotto del Terrore.
👉 Link nella mia bio, voce podcast.
👉 Ti ricordo che ci trovi anche su Youtube nel canale Salotto del Terrore.
▫️▫️▫️
#podcast #podcasting #salottodelterrore #voynichmanuscript #voynich #manoscrittovoynich #libri #manoscritto #codex #manuscripts #manoscritti #antichità #archeologia #leonardodavinci #isaacnewton #scienza #librimania #leggende #youtubers #youtube #misteri #misterioso #book #documentario #voynichmanuscript #deepblack #ignoto #terraincognita #segreti #v


15

Il 30 ottobre 1938 accadde qualcosa che sarebbe per sempre entrato nel mito. Il radiodramma Mercury Theatre On the Air condotto da un ragazzo di appena 23 anni fa letteralmente il "botto" di ascolti con la rappresentazione riadattata per la radio de La guerra dei mondi di H.G. Wells. Ma non sarà una normale trasmissione. A parlare dai microfoni è Orson Wells, quello che sarebbe diventato uno dei più grandi registi di tutti i tempi, nonché uno dei migliori attori in circolazione. Troppo. In effetti Wells fu molto convincente. Decise di aprire la trasmissione senza sigla, senza niente, ma solo con "Signore e signori, vogliate scusarci per l'interruzione del nostro programma di musica da ballo, ma ci è appena pervenuto uno speciale bollettino della Intercontinental Radio News. Alle 7:40, ora centrale, il professor Farrell dell'Osservatorio di Mount Jennings, Chicago, Illinois, ha rilevato esplosioni di gas incandescente sul Marte. Le indagini hanno stabilito che il gas in questione è idrogeno e si sta muovendo verso la Terra ad enorme velocità." Siamo nel 1938 e la tensione negli USA è già piuttosto tesa. Dall'Europa iniziavano a muoversi venti di guerra, quindi il contesto fu da subito terreno fertile per un'esplosione di panico. Migliaia di persone si gettarono in strada in cerca di una via di fuga, mentre l'ignaro Wells continuava a parlare di marziani che stavano per invadere il pianeta terra con sempre maggiore enfasi. Molti creduloni (tanti) causarono incidenti e ingorghi per le città in una giostra di isteria collettiva che valse in seguito le scuse pubbliche di Wells per essere stato causa di di una delle più enormi scene d'isteria di massa. Ma nonostante questo, l'impresa portò a Wells una notorietà senza precedenti, tant'è che ebbe a dichiarare: "Per quello che abbiamo fatto sarei dovuto finire in galera, e invece sono finito a Hollywood". Rimane da dire che l'episodio fu ampiamente ingigantito dai media che sfruttarono l'occasione per una notizia di portata cosmica, infatti, ancora oggi si dibatte su che cosa sia realmente accaduto, effetti speciali a parte, ovviamente.


7

"La conosco, ve l'assicuro" continuò. "Ieri era viva e in salute. È impossibile che sia morta; è impossibile che vi siate procurati questa salma in modo onesto." (da Il ladro di cadaveri. R. Louis Stevenson). Ma certamente. Dell'800 vittoriano ne sentiamo di tutti i colori, certo, e che cosa sarebbe il Regno Unito senza un tocco di macabro? In quell'epoca le università di medicina erano tra le piú rinomate d'Europa, tra cui l'università di Edimburgo (Scozia) presso cui si era laureato anche Conan Doyle. Ebbene, queste università, come altri templi del sapere umano, erano anche famose per ben altro: il traffico di cadaveri. Purtroppo erano in pochi coloro che donavano il proprio corpo alla scienza e cosí ci si arrangiava assodando i famigerati "ladri di cadaveri" che nottetempo si intrufolavano nei cimiteri, o negli obitori, alla ricerca di carne fresca (o frollata giusto 24 ore) per poi rivenderla alle università che necessitavano di questa materia prima insostituibile per le lezioni di anatomia. Ma capitava che le persone non avessero il buon gusto di crepare alla bisogna e quindi, ciò che dio non chiede, l'uomo se lo prende. Ed ecco fatto, il ladro di cadaveri diventava anche un assassino. Sempre alla bisogna. D'altra parte, alcuni soggetti che vivevano nei sotterranei di Edimburgo (city of the dead) erano degli invisibili. Chi se ne sarebbe accorto?
Chiaramente, di questi loschi affari, erano ben consapevoli sia i professori che i venerandi rettori, i quali sborsavano fior di sterline per garantire una sana e giusta istruzione agli studenti. Non sappiamo se i corpi fossero venduti un tot al chilo o se vi fosse una quota sindacale standard sulla faccenda, ma è interessante sapere come molti "body snatcher" si siano arricchiti cosí, alla faccia di zio Paperone che lustrava scarpe a Glasgow nello stesso periodo.
Sulla storia dei ladri di cadaveri, Louis Stevenson ne ha prodotto un racconto grottesco dal titolo omonimo (di cui un estratto in apertura alla presente) e dal quale è stato tratto a sua volta il film "Le iene di Edimburgo" del 1960 con Peter Cushing, piú altri svariati remake girati di recente.
Quindi? Che aspettate ad entrare nel business?


14

Uno strano fenomeno si verifica in tutto il mondo con analogie molto simili alle paralisi notturne. Ma forse c'è altro.
È lo strano caso degli uomini ombra, o shadow people. Per saperne di piú, ascolta il nostro podcast nel Salotto del Terrore con la nuova indagine del Dharma Project.
👉Link nella mia bio, Podcast.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #shadowpeople #shadow #incubi #incubus #horror #horrormania #podcast #horrorpodcast #paranormale #paranormalactivity #paranormal #halloween #halloween2018 #video #clip #horrorfilm #horrorfan #podcasting #creepy #creepyvideo #creepypasta #youtubers #terrore #tenebre #theconjuring #hatman #ombre #ghost #ghosthunter


4

Qualcuno dice che vivono tra noi da millenni: sfuggenti, celati... È strano pensare come in tutto il mondo, in epoche diverse, alcune persone gli abbiano avvistati apparentemente nello stesso modo.
Loro sono ombre, o per meglio dire: colo che dimorano nelle ombre.. Ce ne parlano @massimo_mayde e @gianlucagerunda in una nuova puntata de Il Salotto del Terrore (Dharma Project).
Attento, potresti non guardare più il buio con gli stessi occhi.. Ascolta la puntata cliccando il link che trovi nella mia bio ➡️ Podcast
Seguici si spreaker.com ➡️ @salottodelterrore


4

Quando siete da soli, al buio, siete proprio sicuri di essere soli? 🤔 Nuovo dossier del Dharma Project sul fenomeno degli Uomini Ombra, o Shadow People. 👉 https://bit.ly/2CDdKMe
👉 https://bit.ly/2xQ28Bw


2

Chi ha paura degli Uomini Ombra? Questa punta del Dharma Project tenterà di analizzare uno strano e terrificante fenomeno che si presenta in ogni parte del mondo con le stesse modalità e, a quanto pare, è presente nella storia dell'uomo da millenni. C'è qualcosa di vero? Ascolta il nostro podcast per saperne di piú. 👉 Link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#podcasting #salottodelterrore #podcast #horror #shadowpeople #ombre #halloween #horrormania #horrorstories #paranormale #paranormal #paranormalactivity #ghost #demonio #apparizioni #creepy #spooky #inquietante #sleepy #terrore #spreker #halloween2018 #shadowhunters #mistero #nondormire #paura #fenomeni #psicologia #horrorpage #horrorlover


5

Una leggenda scandinava narra di creature simili a spiriti ed estremamente negativi. Sono gli Utburd, che in antico norvegese significa "esposto". La loro storia è piuttosto macabra: quando i genitori non volevano tenere i propri figli perché impossibilitati a mantenerli, o semplicemente non voluti, venivano abbandonati al gelo del nord e lasciati morire in una fossa durante la notte. Ecco quindi da dove giunge il termine "esposti", ovvero bambini esposti letteralmente fuori casa e lasciati lì a morire. Alla loro morte, si sarebbe dunque liberato uno spirito con l'unico obiettivo di uccidere i propri genitori, o secondo altre fonti, di renderli ciechi al loro tocco. Mai avrebbero attaccato o si sarebbero manifestati a un innocente. Sia quel che sia, l'unico modo per liberarsi dall'attacco di un Utburd è quello di gettargli addosso dell'acqua (non si specifica se santa o meno) o di utilizzare un coltello con cui recidere loro le mani. Di bene in meglio insomma. A mio parere si tratta di una diceria per scoraggiare gli abitanti delle regioni più dure del nord di portare avanti questa orribile pratica, ma allo stesso tempo, se vi trovate di fronte allo spirito di un "bambino esposto" e vi cricca di mazzate, forse ve la siete cercata, come narra la leggenda...
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #norvegia #leggende #fantasmi #ghost #ghoststories #ghosts #paranormale #paranormal #paranormalactivity #ghosthunter #ghosthunting #horror #horrorgeek #horrorstories #podcast #horrorpodcast #horrorfanatic #horrormania #misteri #macabro #storie #orrore #parapsicologia #demoni #spiriti #spirits #terrore #mezzanotte #tenebre


8

Sorpresa! Oggi si inaugura la mia nuova rubrica "Deep Black" nel canale Podcast del Salotto del Terrore, dedicata ai libri misteriosi, proibiti, antichi e insoliti.
Come prima puntata vi parlerò de Le Nove Porte del Regno delle Ombre, un libro controverso reso famoso dal film La Nona Porta di Roman Polanski.
👉 Link nella mia bio, voce podcast.
▫️▫️▫️
È la puntata pilota, quindi ancora in fase di piccoli aggiustamenti. Si accettano feedback 🤟😆
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #podcasting #podcast #libri #libriantichi #misteri #occulto #diavolo #deepblack #librimania #book #books #ancient #ninthgate #film #thriller #horror #horrorfilm #horrorpodcast #horrorfanatic #thrillerbooks #arturoperezreverte #librichepassione #blog #staytuned #movie #filmhorror #lucifero #podcastshow #cultura


26

Ecco come il nostro @gianlucagerunda del podcast TheLoneGuman (rubrica del Salotto del Terrore) ti spara un'intervista a tradimento a... Ascoltate il podcast per saperlo 😆 link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#repost @gianlucagerunda ・・・ Nuova puntata di The Lone Gunman: intervistona scroccata ai miei creatori 😎
👉 https://bit.ly/2Ov2J6w
👉 https://bit.ly/2xQ28Bw
▫️▫️▫️
#podcast #podcasting #thelonegunman #intervista #interviste #intervistedalmondo #4chiacchiere #podcastnews #podcasters #podcastshow #horror #salottodelterrore #news #staytuned #stayawake #staystrong #radio #documentario #diretta #thelonegunmen #improvvisata #halloween2018 #quattrochiacchiere


4

Nuova puntata di The Lone Gunman: intervistona scroccata ai miei creatori 😎 👉 https://bit.ly/2Ov2J6w
👉 https://bit.ly/2xQ28Bw


2

Paganini nasce a Genova nel 1798 e muore a Nizza nel 1840. E' considerato il violinista per eccellenza, non "uno dei più", ma in assoluto il più grande virtuoso della storia della musica per quanto concerne il suo strumento. Una figura scarna, magra all'inverosimile, alto, con delle mani esageratamente grandi e lunghe. Per un violinista potrebbe sembrare un controsenso, in quanto lo strumento richiede solitamente mani piccole e molto flessibili. Non era il caso di Niccolò Paganini, che aveva la mano sinistra capace di aprirsi ricoprendo l'intero manico del violino, dal mignolo all'indice senza dover quasi far scorrere la mano su di esso. Un caso eccezionale, dotato inoltre di una flessibilità e una mobilità tali da renderlo capace di veri e propri prodigi, tant'è che ancora oggi, i suoi famosi "capricci" risultano quasi impossibili da eseguire per un violinista di rango. "Paganini non ripete", certo, perché le sue esecuzioni erano molto spesso improvvisate, non eseguivano alcun spartito, ma inventava al momento. I contemporanei che hanno avuto la fortuna di assistere ai suoi concerti, affermano che la sua musica era capace di far svenire la gente in teatro. Le sue esecuzioni erano così potenti e impossibili, che per anni si credette che in realtà vi fosse un altro violinista nascosto dietro al palco. Così non era. Paganini e la sua musica sono stati spesso associati al diavolo (complice il suo volto e il suo fisico luciferino) poiché all'epoca non era possibile spiegare come un autodidatta fosse capace di surclassare qualunque altro violinista senza il minimo sforzo. Ma Lucifero non c'entra. Paganini fu un prodigio in terra, come molti altri nel loro campo, ma egli ha saputo sfruttare questa diceria semplicemente per accrescere ancora di più qualcosa che era di suo già puro genio.


9

Conosciamo la storia di Rhoda Derry solo attraverso un memoriale redatto da Harry M. Hyatt, uno dei ministri della città di Quincy nei primi anni del 900. Rhoda nacque a Madison Country (Iowa) nel 1834. La sua storia inizia intorno al 1850, quando a 16 anni si innamora di un ragazzo, tale Charles Phenix niente affatto gradito alla madre di lui che la minacciò di farla allontanare dalla comunità. La delusione amorosa per l'allontanamento dal suo amato sconvolse la mente di Rhoda al punto da indurla in comportamenti sempre più strani tra cui quello di vestirsi appositamente con vestiti luridi e ad imprecare contro la gente del villaggio. Da subito questo atteggiamento le valse l'appellativo di "strega" e di essere in combutta con il diavolo esattamente come sua nonna, accusata in passato di stregoneria. A causa di queste calunnie, Rhoda se la prese con la nonna che per quieto vivere si allontanò spontaneamente dal villaggio, ma non prima di aver lanciato una maledizione alla nipote. Da lì a poco, la diciottenne Rhoda inziò ad avere altri comportamenti anomali, tra cui il parlare da sola o con la nonna e con un certo "Old Scratch" che subito fu visto come una presenza demoniaca. La ragazza venne fatta internare al Mental Hospital di Jacksonville dove si cavò gli occhi per non dover più vedere Old Scratch che a sua detta, era una creatura mostruosa. Il demone, o che dir si voglia, la perseguitò tutta la vita, anche quando fu costretta a rimanere per 44 anni rinchiusa in una gabbia di legno che le impediva la posizione eretta. Una "tutela" necessaria a contenere i suoi scatti d'ira e per impedirle di farsi del male. Durante tale costrizione, Rhoda subì la completa atrofia muscolare e una fragilità ossea che la portò lentamente, molto lentamente, alla morte. Rimase nella scatola dal 1860 al 1904, quando fu liberata ma non fu mai più in grado di camminare. Degli ultimi anni di vita di Rhoda abbiamo un rapporto redatto dal dottor Zeller, il medico che la liberò dalla gabbia dopo uno scandalo dovuto alla prigionia in cui vessava lei e molti altri degenti dell'ospedale. Rhoda morì due anni dopo la liberazione, nel 1906.


9

Dal dicembre del 2003, Canneto di Caronia (Messina) è al centro di fenomeni inspiegabili: combustioni spontanee di apparecchi elettronici, anche non collegati a rete elettrica, e oggetti di varia natura. Ma non solo. Cellulari in stato di carica scollegati dalla corrente, anche per 24 ore. Conigli morti in modo inspiegabile. Le bussole indicano il nord con uno scarto di 13 gradi e una telecamera di SkyTV prende fuoco. Come se non bastasse, compare un segno triangolare di 40x15 metri a pochi chilometri da Caronia. Gli scienziati non sono in grado di spiegare il fenomeno, se non azzardando ipotesi poi scartate, come dispersione elettrica sulla linea ferroviaria poi risultata in condizioni ottimali. Un elicottero nel frattempo deve atterrare in emergenza poiché colpito da una fonte sconosciuta.
Una ragazza fotografa una luce nel cielo. Altri danno la colpa ad una manifestazione demoniaca. Altri ancora ad esperimenti militari e agli UFO. Dopo due anni di rilevamenti, nel 2007 gli scienziati hanno finalmente steso un rapporto di carattere riservato su incarico del governo; siamo a conoscenza di alcuni stralci che riportano qualcosa di sconcertante: si tratterebbe di armi militari segrete oppure di “operazioni di natura extraterrestre”. Per saperne di piú, vi invito a leggere l'articolo a questo indirizzo:
www.shan-newspaper.com/web/misteri/31-caronia-experiment.html
E secondo voi, come si può spiegare questo fenomeno? ▫️▫️▫️
👉 Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su Spreaker.com - link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #canneto #fenomeni #ufo #paranormale #paranormalactivity #poltergeist #incendio #paranormal #sicilia #sicily #misteri #inspiegabile #indagini #mystery #alien #aliens #greenman #littlegreenman #xfiles #cropcircles #militari #topsecret #charlesfort #news #ricordare #staytuned #stayawake #documentario #philadelphiaexperiment


5

Alla fine siamo arrivati 😁
Puntuali come la morte, io e @massimo_mayde con una puntata dedicata, alla morte appunto... Le misteriose morti di W. A. Mozart e E. A. Poe.. "ospiti" de Il Salotto del Terrore (🤔 più o meno)... Ascolta la puntata dal link che trovi nella mia bio ➡️ Podcast

Seguici sul canale ufficiale www.spreaker.com ➡️ @salottodelterrore


7

Ve lo avevamo promesso, no? Ecco qui il podcast dove io e @mariani_andrea79 parliamo delle misteriose morti di Mozart e Poe 😎
Fateci sapere.
👉 Link al podcast nella mia bio.
▫️▫️▫️
#podcasting #podcast #salottodelterrore #mozart #edgarallanpoe #poe #amadeus #cultura #morte #musica #letteratura #libri #theraven #ilcorvo #book #musicaclassica #wolfgangamadeusmozart #goth #gotico #1800 #1700 #podcastshow #podcaster #music #storie #macabro #macabre #misterioso #staytuned #midnight


12

C'è una tomba nel cimitero "Alter Friedhof" a Friburgo, Germania, che per certi versi è un mistero. Di per sé è una tomba come un'altra e, come tante altre, il monumento funerario rappresenta il defunto. In questo caso, la sedicenne Christine Walter, deceduta di tubercolosi nel 1867. Il fatto insolito è che dal giorno del suo funerale, un visitatore si sia recato ogni mattina presto a lasciare un fiore posandolo sotto il braccio della statua. Da allora, e ancora oggi. Si, avete capito bene. Da 151 anni, ogni mattina, incessantemente da allora, che vi sia il sole, la neve o la pioggia, un misterioso visitatore lascia il suo omaggio alla memoria di Christine. Ma chi è? Nessuno lo ha mai saputo e tutt'oggi questo segreto rimane tale. C'è chi dice che ad iniziare questo romantico rituale sia stato il tutore di Christine, segretamente innamorato di lei e che abbia lasciato istruzioni alle sue future generazioni di portare avanti questa tradizione. E ora un tocco di mistero in più: i custodi del cimitero affermano che pur mantenendo i cancelli del cimitero chiusi, facendo attenzione che nessuno vi entri, al mattino venga comunque ritrovato un fiore fresco sulla tomba. E quindi? C'è un solo modo per scoprire l'identità di questa persona ma sembra che a nessuno importi davvero e forse è giusto così. D'altra parte, credo che questo sia uno di quei segreti che debba rimanere tale.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #horror #podcast #misteri #halloween #halloween2018 #love #amore #amoreeterno #cimiteri #cimitero #segreti #creepy #macabro #spooky #edgarallanpoe #raccontidelterrore #segreto #secrets #cemeteries #cemetery #friburgo #germania #alterfriedhof #requiem #graves #graveyard #podcasting #horrorstories #horrorfanatic


5

La combustione umana spontanea è uno di quei fenomeni che potrebbero non essere di origine "paranormale", ma solo un inquietante e macabro fenomeno la cui veridicità non è mai stata del tutto acclarata. Nonostante ciò, esiste un'ampia casistica, a partire dal 1700 sino ad oggi. Più recentemente sono stati osservati casi analoghi ma la repentinità e la rarità di questo fenomeno non ne ha mai permesso uno studio approfondito. C'è da dire che per carbonizzare un corpo umano sono necessari tra i 1200 e e 1300 gradi Celsius e, che sulle scene del crimine, nonostante l'elevata temperatura, gli oggetti vengono a malapena scalfiti. Come è possibile? Come può un uomo, senza alcun innesco esterno, prendere fuoco? Senza considerare il fatto che il corpo umano è composto al 70% da acqua e che questo non è affatto facile da bruciare senza l'ausilio di un combustibile. Un altro fatto curioso è che gli arti inferiori vengono sempre risparmiati, in tutte le casistiche. Le ipotesi che vengono avanzate dalla scienza appaiono addirittura più fantasiose del fenomeno stesso: grasso sottocutaneo come "carburante" (certo, 1200°C..?), febbre molto alta (no comment), alcolismo (perchè fare una molotov quando puoi spaccarti tu di vodka e darti fuoco con una sigaretta?). Ma ecco la migliore: certi gas, come il metano intestinale potrebbero affiorare fuori dalla pelle e accendersi come un fuoco fatuo... Quindi, se soffrite di meteorismo, non andate dal medico, consultate i vigili del fuoco. Voi che ne dite, non avete caldo...?


17

Si chiama Broadwick Street, ma un tempo era Broad street, una via che si trova a Soho, Londra, un quartiere che nei tempi moderni è divenuto il cuore della vita notturna londinese. Oggi, perché un tempo questo era un luogo malsano. A ricordarlo, è la presenza di una pompa dell'acqua in ferro nero, chiamata in modo poco rassicurante "Pompa del Colera". Ma attenzione, non è l'originale, bensì un monumento in onore di John Snow, il medico che scoprì come il colera si stesse diffondendo attraverso le acque inquinate. Era il 1854, e Soho fu letteralmente decimata dalla malattia che nel quartiere colpì al ritmo di 45 vittime al giorno. Snow si avvalse anche dell'aiuto del reverendo Henry Whitehead, reverendo della chiesa di S. Luke (sempre a Soho) con il quale individuò la pompa incriminata, ovvero quella che avrebbe dovuto dispensare acqua potabile ma che in realtà era stata contaminata da un pozzo nero. Cosa dobbiamo ricordare di questa vicenda? Prima di tutto che l'approccio scientifico aveva reso possibile rintracciare la fonte del contagio e che soprattutto la teoria dei miasmi, secondo cui certi squilibri e malattie del corpo umano sono provocati dalle esalazioni (insomma dal fetore), era ormai una teoria sul viale del tramonto. Insomma, grazie John Snow, senza di te oggi cureremmo il morbillo con l'Arbre Magique.
▫️▫️▫️
👉 Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su spreaker.com - link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #londra #london #victorianage #inghilterra #england #soho #soholondon #colera #johnsnow #horror #horrorgeek #horrorstories #podcadt #podcasting #podcastshow #horrorpodcast #macabre #mystery #1800 #scary #creepy #legend #leggende #misteri #curiosità #luoghimisteriosi #luoghi #death #morte


7

Sembrava facile... Invece stendere il documentario su Jack the Ripper si sta dimostrando molto complesso. Ma non ce ne siamo dimenticati. Il Salotto del Terrore / Dharma Project sta lavorando nell'oscurità... ▫️▫️▫️
👉Segui i nostri podcast del Salotto del Terrore su spreaker.com - link nella mia bio.
▫️▫️▫️
#salottodelterrore #podcast #podcastlife #podcasting #jacktheripper #jacklosquartatore #murder #london #londra #scotlandyard #horror #serialkiller #horrorstories #horroraddict #horrorpodcast #horrorfanatic #jacktherippergram #whitechapel #1888 #victorianage #victorian #victorians #england #macabre #documentary #documents #ancient #manuscripts #topsecret #staytuned


5

Una cosa va detta subito: certi vivi fanno più paura dei morti, sì, ma in foto. Stiamo parlando di fotografie spiritiche, un filone dello psicodramma nato nel 1860 con il suo precursore William H. Mumler. Veramente un bel tipo. Aveva scoperto che facendosi un selfie (non in bagno, all’epoca erano rari) nella foto era comparsa un’altra persona. Indagando, scoprì che si trattava di una doppia esposizione. Ed ecco l’idea: scattare foto alla gente ritraendole in compagnia di diafane figure che al malcapitato sarebbe sembrata la moglie defunta, la figlia deceduta, il fratello disperso in guerra, la nonna morta di tubercolosi. Click-Flash-Cash. Fuori i soldi, tanti saluti e grazie. A volte l’intraprendenza premia, diciamocelo, e così il nostro eroe si fece prendere la mano. Scattò un mucchio di foto, “un botto” diremmo oggi, e intascò una bella cifra alla faccia di coloro che gli credevano. Alcune foto poi, erano così barocche e pacchiane che a volte, secondo me, sghignazzava tra sé e sé mentre il tizio sborsava carta moneta pur di avere la propria foto con il caro estinto. Ma come abbiamo detto, Mumler ci aveva preso gusto, troppo, tanto da procurarsi ignari “spettri” tra i vivi, catturandoli di sfuggita per le strade di Boston con la sua macchina fotografica, e non con lo zainetto protonico. Infatti, qualcuno riconobbe il lustrascarpe, il vicino di casa e il cocchiere facendo scoppiare uno scandalo. Il nostro fenomeno si ritrovò quindi nella bufera con l’accusa di truffa e dovette sparire dal paese, veloce e fugace come uno dei suoi spettri. La sua “arte” però non passò inosservata e tra i suoi discepoli vi fu un certo William Hope che portò avanti le sue gesta sino a quando non fu smascherato anche lui. Tornando – quasi – seri, c’è da dire che all’epoca, queste foto erano davvero d’effetto, tanto da riuscire ad ingannare persino il papà di Sherlock Holmes, sir Arthur Conan Doyle, che dello spiritismo fu un fervido sostenitore.
▫️▫️▫️
👉 Segui i nostri podcast del Salotto del Terrore su spreaker.com - link nella mia bio.


3

E niente... torni da lavoro e trovi il salotto così... bentornato papi! 😅
#ritornoacasa #dopolavoro #salottodelterrore #bentornatopapà #newborn #bestpic #picoftheday


4

Tra il 1878 e il 1879, in Nuova Scozia, ad Amherst, una piccola villetta di Princess Street fu il centro di una presunta manifestazione poltergeist. Esther Cox, aveva solo 19 anni anni all'epoca e quello che le accadde, fu in seguito narrato nel libro "The great Amherst mystey" di Walter Hubbell. La storia narra di come la ragazza fosse ormai la preda designata dalla presenza che non mancava di tormentarla con aghi che si alzavano in volo per andare a conficcarsi nel suo corpo, voci che la ingiuriavano, inspiegabili incendi, scritte inquietanti sui muri, strangolamenti notturni e percosse, più uno strano fenomeno (probabilmente riconducibile alla difterite) che le provocava improvvisi gonfiori della pelle con conseguenti tumefazioni e più gravi danni cutanei. Ma cosa accadde realmente? C'è chi sostiene che Esther fosse posseduta, ma oggi un criminologo riuscirebbe a scorgere in questi eventi qualcosa di più sinistro, ovvero la malattia mentale, una psicopatologia con gravi cenni di autolesionismo e piromania. Il DSM-IV riporta come la piromania e l'autolesionismo insorgano solitamente tra i 18 e il 19 anni di età per il sesso femminile (più in ritardo rispetto agli uomini), così come l'autolesionismo che statisticamente ha un decorso compresa tra i 4 e i 5 anni. Infatti, Esther fu arrestata proprio a causa dell'incendio di un fienile e messa in carcere per un mese, periodo dopo il quale gli episodi andarono sempre più scemando sino a scomparire. Esther morì nel 1912 all'età di 53 anni, e anche se molti giurano che in quella casa continuino a verificarsi strani episodi, non è affatto strano, invece, che questi accadano solo quando, chi vi si ferma, viene a conoscenza della sua storia... ▫️▫️▫️
👉 Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su Spreaker.com - Link nella mia bio.
#salottodelterrore #ghost #abandonedplaces #forgottenplaces #paranormal #paranormalinvestigation #haunted #paranormale #ghosthunters #scary #paranormalactivity #spooky #abandoned #fantasmi #poltergeist #demoni #conjuring #ghoststories #halloween2018 #horromaniaci #horrorgram #fridaythe13th #horror #horrorfan #horroraddict #horrornerd #horrorfanatic #horrorlover #instahorror #horrorgeek


1

🎃Avete una strana, insolita e lugubre esperienza da raccontarci? Iscrivetevi al Salotto del Terrore su Spreaker.com e inviateci le vostre storie. Devono chiaramente essere reali e non storie inventate. La piú curiosa verrà discussa dal Dharma Project in una puntata che faremo prossimamente per halloween 🎃
Quindi, che aspettate? 🧐 👉 Link nella mia bio
.
#salottodelterrore #horror #horrorstories #horrorpodcast #horrorfanatic #halloween #halloween2018 #fantasmi #ghost #fantasma #podcast #podcasting #terrore #storie #luoghiabbandonati #cimiteri #luoghiabbandonatiitalia #paranormale #paranormalactivity #paranormalphotography #horrorshow #horrormaniaci #ghosthunter #cacciatoridifantasmi #spiriti #spiritismo #video #ufo #demoni #apparizioni


6

Torna @gianluca_thelonegunman con il suo The Lone Gunman per Il Salotto del Terrore e una puntata completamente dedicata a Carlos Castaneda: scrittore peruviano naturalizzato statunitense su cui circolavano strane e inquietante voci...
Ha fatto veramente ciò che ha dichiarato?
Chi era Don Juan?
Ascolta la puntata dal link che trovi nella mia bio ➡️ Podcast
Segui il @salottodelterrore su spreaker.com


1

E chi ti compare..? Ecco il nostro @gianluca_thelonegunman alle prese con lo sciamanesimo di Carlos Castaneda.
Filate ad ascoltare 👉 trovate il link al podcast nella mia bio. ・・・ Nuova puntata di The Lone Gunman, rigorosamente sotto l'egida de "Il Salotto del terrore" 🤣: Carlos Castaneda ha veramente visto e fatto quello che raccontava? Chi era Don Juan? 👉 https://bit.ly/2DunZ7l
👉 https://bit.ly/2xQ28Bw

#podcast #podcasting #podcastnews #misteri #carloscastaneda #castaneda #sciamanesimo #sciamano #leggende #miti #paranormale #podcastlife #radio #staytuned #stayawake #thelonegunman #salottodelterrore #news #curiosità #cultura #informazione #misticismo #magia #indagini #paranormale


0

Nell'epoca Vittoriana si sa, erano tutti un po' macabri (da che pulpito) e il loro rapporto con la morte a volte sfiorava il grottesco. Anzi no, lo superava. Ad esempio, sapete che i più ricchi, durante i funerali dei cari estinti, assumevano delle "controfigure" rassomiglianti del morto per starsene in piedi e in silenzio con aria funerea accanto alla bara? Erano i "muti" (the mutes) Vestivano completamente di nero, con un drappo dello stesso colore tutto avvolto intorno. In mano reggevano inoltre un vessillo nero, giusto per dare un tocco di classe. L'effetto era particolarmente grazioso. Che dire poi delle sepolture selvagge? Lo spazio scarseggiava, e i corpi venivano ammassati anche l'uno sopra l'altro. Fate caso a quelle pietre tombali che riportano più di un nome... Ma vogliamo parlare del "coffin piercer"? Una figura professionale che oggi purtroppo non esiste più come tanti antichi mestieri, ma questo tipo qui la sapeva davvero lunga: introduceva un bastone nel terreno per saggiare la posizione della bara, la sua consistenza e il suo possibile rigonfiamento. Fatto ciò, introduceva una picca nel terreno (se necessario), e con la precisione di un chirurgo praticava una laparoscopia alla cieca perforando la bara per farne uscire i gas potenzialmente pericolosi; non sono rari i casi di bare poco solide esplose facendo rovesciare le lapidi o provocando quegli strani rigonfiamenti del terreno che ci siamo sempre chiesti come diavolo... Beh, e non è finita. Il professionista , alla fine dell'operazione, degustava l'effluvio che ne fuoriusciva come un sommelier. Asseriva infatti, di essere in grado di dire a quale stadio era giunta la fermentazione del cadavere. Come stappare una bottiglia, di quello buono però. Certo, ma a volte non finiva proprio così bene, e se il Coffin-piercer non era un vero maestro del settore, spesso finiva male: tra bare esplose all'improvviso, scintille e sigarette dimenticate accese, il passo dall'esser un professionista del settore a diventarne IL cliente, il passo era breve.
▫️▫️▫️
👉 Segui i nostri podcast nel Salotto del Terrore su Spreaker.com - Link nella mia bio.


10