Libri Mondadori@librimondadori

La pagina ufficiale della casa editrice Mondadori

www.librimondadori.it/

1,323 posts 134,548 followers 481 following

Libri Mondadori

Non c’è una ragione razionale per cui è capitato che avessi un futuro con lei e non con l’amica con cui si presentò a quel locale, Miriam. Il nostro stare insieme, il nostro resistere come marito e moglie, i risvegli, la quotidianità, i reciproci odori nel bagno, tutto ciò non è un miracolo, ma un atto di coraggio, uno sforzo, qualcosa che va alimentato, ché altrimenti morirebbe annegando. Quindi non è un miracolo, ma un merito. Merito nostro. Di una volontà precisa. Perciò lottiamo oltre i litigi e le piccole frantumazioni, le prevaricazioni, i silenzi. Perciò ci teniamo. Se camminassimo sull’acqua, quella sì sarebbe una cosa mai vista. Ma come coppia se ci mettete sull’acqua affondiamo. Dobbiamo sbracciarci o chiedere aiuto. Non c’è alcun miracolo. Si nuota per sopravvivere. #labambinaovunque @s.sgambati


1

Libri Mondadori

Ci sono due tipi di persone che si spingono fino in Alaska, Cora. Quelle che inseguono qualcosa e quelle che fuggono da qualcosa. Dal secondo tipo... è meglio stare in guardia... #ilgrandeinverno @kristinhannahauthor


8

Libri Mondadori

#Repost @lucabianchiniofficial ・・・
“Alla fine, ognuno di noi s’innamora di chi ci guarda un attimo e poi ci sfugge per sempre.” SO CHE UN GIORNO TORNERAI... Il mio NUOVO ROMANZO vi aspetta in libreria da martedì 2 OTTOBRE!!! Passate parola!!! Non solo cuori ma quadrifogli. ❤️🍀 #socheungiornotornerai #lagitazione


6

Libri Mondadori

C’è un mondo, che in molti ignorano e che è lasciato ai margini, dimenticato, forse volutamente nascosto. Ammettere di avere un problema del genere è difficile. Si prova vergogna e si resta soli, trincerati dietro i propri silenzi, in fondo ai tagli che ci si procura, sommersi dal cibo di cui ci si ingozza solo per rimetterlo insieme a un po’ del dolore che corrode da dentro, quando abbiamo bisogno di omologarci agli altri, di sentirci importanti per qualcuno, e sentiamo di fallire sull’aspetto più importante: essere noi stessi e venire comunque accettati.
“Sono le mie cicatrici, quelle dei momenti in cui mi sono piegata e rialzata. Non ne vado fiera, ma ogni volta che le guardo capisco di essere una sopravvissuta che ha trovato un modo per farcela. Sono viva, anche se forse a nessuno importa. Sono viva, e lo devo a me.” @purpurasara #tuttoiltempodelmondo


5

Libri Mondadori

Presto arriverà l’inverno e, credetemi, un inverno così non l’avete mai provato. I più deboli saranno abbattuti, e in fretta. Dovete imparare a sopravvivere. Dovete imparare a sparare, a uccidere per nutrirvi e a proteggervi. Qui non siete in cima alla catena alimentare. #ilgrandeinverno


14

Libri Mondadori

“Ci sono storie che valgono solo per se stesse, e altre che racchiudono il senso di un'intera epoca. Ecco: la parabola dei Lehman è questo. Ben più dell'ascesa e crollo di una banca, ben più dell'irresistibile scalata di una famiglia di immigrati ebrei tedeschi: la narrazione dei centosessanta anni del marchio "Lehman Brothers" ci riguarda perché tutti ne siamo parte. Il primo Lehman a posare il piede sul suolo americano fu Henry, figlio maggiore di una stimata famiglia bavarese che a Rimpar commerciava in bestiame. Henry decide di tentare la fortuna: varca l'oceano a metà ottocento e si stabilisce nell'Alabama delle piantagioni schiaviste, dedicandosi al business del cotone...” @stefano.massini.9 oggi su Repubblica #QualcosaSuiLehman


5

Libri Mondadori

Tra le nuvole o nascosta dietro un arcobaleno, potresti un giorno intravedere #WonderGiusy, la supereroina sempre pronta a salvare chi si trova in difficoltà. Con il suo superudito capta le richieste di aiuto delle persone, sceglie quali gambe indossare fra quelle da ballo, da corsa o da nuoto, e vola in missione sulla città! Un giorno sente una voce: è quella di Chris, un ragazzo costretto sulla sedia a rotelle, convinto che non riuscirà mai più a correre e a giocare a basket con gli amici. Lui ancora non sa che volare è correre un po' più veloci, e correre è volare un po' più lenti. Sfidando il malvagio Hater, che "scoraggia ogni coraggio", WonderGiusy porterà Chris con sé in un viaggio alla scoperta dei propri superpoteri. Perché "superpotere" è voce del verbo superare ogni limite. @giusy_versace_official


10

Libri Mondadori

Sotto la luce del sole, la baia di Kachemak era una distesa d’argento battuto, punteggiata di imbarcazioni. L’aria aveva un forte odore salmastro, di mare. Gli uccelli marini si libravano nel vento, tuffandosi per poi alzarsi nuovamente in volo senza alcuna fatica. #ilgrandeinverno


8

Libri Mondadori

“Ricordati, Matteo” diceva, “nella vita sono importanti tre cose.” Si fermava ancora, gli metteva una mano sulla spalla e stringeva per fargli capire che gli voleva bene, è che quelli erano gli insegnamenti fondamentali di un padre. “Tre cose, hai capito? Misurare, scavare e poi dimenticare.”


1

Libri Mondadori

#Repost @quielasti ・・・
#Ninasente
"La prima volta che vide un cadavere aveva undici anni. «Mettiti da questa parte: il sinistro è il suo lato migliore» aveva detto zia Costanza, appoggiandole le mani sulle spalle ancora strette. «Abbiamo sempre un lato migliore, anche da morti» aveva aggiunto.
Docile, Nina aveva guardato il profilo sinistro della nonna: il naso irregolare, la pelle bianca di gesso, le mani intrecciate intorno al rosario. «Vieni, andiamo a salutarla. Di certo vorrai darglielo un ultimo bacio» le aveva sussurrato la zia all’orecchio spingendola in avanti verso la bara.
«Col cazzo» aveva risposto lei prima di scappare fuori da quella stanza in penombra e ritrovare la luce.
Poi basta. Allora aveva deciso che non avrebbe più permesso alla morte di mostrarsi in quel modo. Non avrebbe mai più varcato la porta di quelle camere che chiamano ardenti.

Nina arrivò in ritardo di venti minuti. Lasciò la macchina in seconda fila proprio davanti al portone. Non aveva alcuna intenzione di salire. Non amava quella casa, come non amava l’abitudine dei ricchi di non mostrare i propri nomi sui citofoni dei palazzi.
Scorse i numeri con il dito. 6215.
Esitò un istante.
.....
Quell’odore, una vertigine: limone e qualcos’altro che non aveva mai sentito prima.
Poi lo vide, poco più in là. Stava immobile, supino e scomposto sul marciapiede. Le braccia verso l’alto, come quelle dei neonati che dormono. Le gambe piegate da un lato, la testa dall’altro.
La sagoma di un gigantesco fantoccio di pezza. Un ubriaco sorpreso all’improvviso dal sonno. Un tossicodipendente in overdose. Un disperato. Non era zona di disperazione quella. Era zona di ostentata opulenza.
La strada era deserta e buia. Nina si avvicinò con cautela a quella figura inerte.
Lo riconobbe dai ricci che lo facevano sembrare un ragazzino, dalla barba curata. Indossava camicia bianca e pantaloni grigi. Era vestito da ufficio. Portava calze a righe, senza scarpe.
Lo sguardo attraversava le lenti rotte degli occhiali, appoggiati di sghembo sul naso e fissava un punto lontano, senza vederlo.
Era Guido. Non aveva un lato migliore."
.
questo è l’incipit di Nina sente, il nuovo elasti-libro.
uscirà il


3

Libri Mondadori

Un momento» intervenne Leni. Questo era davvero qualcosa di grosso, persino per papà. «In Alaska? Vuoi che ci trasferiamo di nuovo? Ma siamo appena arrivati!»
«Ho bisogno di un posto che mi permetta di ricominciare a respirare. A volte vorrei strapparmi la pelle di dosso. Lassù i flashback e tutta quella merda smetteranno di tormentarmi. Lo sento. Ne abbiamo bisogno, tutti noi. Possiamo tornare a essere come prima che il Vietnam mi scombinasse il cervello.» #ilgrandeinverno #kristinhannah


4

Libri Mondadori

Se volete sapere come funziona la testa di un genio, questo è un buon modo per iniziare! Per quarant’anni @david_sedaris ha tenuto un diario in cui ha registrato qualsiasi cosa catturasse la sua attenzione: i commenti fatti alle spalle, i gossip più salaci, i colpi di scena delle soap opera, i segreti confessati da totali sconosciuti. Tutte queste osservazioni sono la materia originaria, viva e pulsante, dei suoi lavori, il luogo dove ha perfezionato le sue frasi più ingegnose e audaci. Ora Sedaris condivide questa scrittura privata con i lettori in “Ragazzi, che giornata!”


5